Matrimoni Covid in fase 3

Dal mese di giugno sono tornati i matrimoni in tutta Italia! Il nuovo decreto emesso dal Governo, in vigore dal 15 luglio e valido fino al 31 luglio 2020, conferma e proroga tutte le misure presenti all’interno del decreto dell’11 giugno scorso.


Con la Fase 3, infatti, sono ripresi anche i banchetti di matrimonio, oltre alle cerimonie civili e religiose. Di seguito vi diamo le informazioni specifiche in merito alle misure di sicurezza da prendere in considerazione per sposarsi in questa fase.

🤍 Cosa dice il Decreto in vigore dal 15 luglio?


Il decreto è in vigore a partire dal 15 luglio al prossimo 31 luglio 2020 ed è valido per tutto il territorio nazionale.
Per quanto riguarda il momento dei balli e delle danze, invitiamo a seguire le indicazioni stabilite all’interno degli allegati del decreto in vigore nella sezione “ Discoteche “.

Le regioni e le province autonome, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire una diversa data di ripresa di queste attività.


Per saperne di più, consultate i decreti legge:

Dpcm 14 luglio 2020 (.pdf immagine)

Dpcm 14 luglio 2020 (.pdf testo)
Allegati al Dpcm 14 luglio 2020 (.pdf testo)
Le misure del Dpcm 11 giugno 2020

La mascherina continuerà a essere obbligatoria in tutti i luoghi chiusi accessibili al pubblico e all’aperto quando non è possibile rispettare la distanza di 1 metro. I guanti invece, non saranno più necessari.


🤍 Viaggi e spostamenti ✈️

Restano vietati gli spostamenti da e per Stati e territori diversi da Stati membri dell’Unione Europea, quali: Stati parte dell’accordo di Schengen; Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord; Andorra, Principato di Monaco; Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano. 2. salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute.

Sono 13 i paesi da cui arrivi e transiti rimangono bloccati: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù e Repubblica Dominicana.

Sarà invece ancora obbligatoria la quarantena di 14 giorni per chi proviene da questi 14 stati: Marocco, Algeria, Tunisia, Serbia, Montenegro, Georgia, Canada, Uruguay, Thailandia, Corea del Sud, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Rwanda e USA.

Il Governo non fa ancora riferimento ai viaggi internazionali che possono influire sulle lune di miele.

 

(fonte matrimonio.com)

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *